Un Lecco in salute supera un’Everest rimaneggiata

Rugby serie B – Al Beltrametti la meta di Cocchiaro allo scadere vale il punto di bonus

EVEREST PIACENZA – LECCO 18-25

EVEREST PIACENZA Grandi, Azzali, Sartori (10’ st Mazzoni), Forte, Papa- marenghi, Zampedri, Bucellari, Bonat- ti, Cocchiaro, Milani (30’ st Tribastone), Rossi, Casali, Barzan, Alberti, Baccalini (34’ st canderle).
A disp.: Villa, Castruccio, Robuschi, Nosotti. All: Rolleston.

MARCATURE:20’mt.tr.Lecco (0-7);39’ mt.Alberti tr.Forte (7-7); 40’ cp.Forte (10-7); 42’ mt.Lecco (10-12); secondo tempo: 9’ cp.Lecco (10-15); 16’ cp.Lecco (10-18); 22’ cp.Forte (13-18); 28’ mt.tr.Lecco (13-25); 42’ mt.Cocchiaro (18-25).

PIACENZA Un Lecco in grande salute, al punto da riuscire a battere persino il Rovato, espugna il Beltrametti al termine di un confronto equilibrato sotto il profilo del gioco e delle opportunità. L’Everest Piacenza, con una formazione ampiamente rimaneggiata, ha giocato alla pari pur trovandosi priva di sei titolari (assenti per infortunio) e schierando tre giocatori in non perfette condizioni fisiche. Oltre a due piloni alle prese con una fastidiosa contrattura. Insomma, un Piacenza stoicamente in campo e comunque in grado di lottare fino all’ultimo per cercare di strappare la vittoria. In classifica la squadra di Rolleston continua a mantenere il quarto posto, mentre l’imbattuto Lumezzane festeggia la sua sedicesima vittoria consecutiva e una «quasi» promozione raggiunta, quando mancano sei giornate al termine del campionato. Nonostante il caldo, le due squadre s’impegnano a fondo, con il Lecco a marcare per primo la meta del vantaggio. La risposta del Piacenza avviene quasi allo scadere del primo tempo, con la meta di Alberti e la trasformazione di Forte, che valgono il pareggio. Ma in extra time il Lecco confeziona una bella azione al largo con la linea trequarti, segnando all’altezza della bandierina. Il primo tempo si conclude con il Lecco avanti di due punti (10-12). In avvio di ripresa la squadra ospite sfrutta al meglio l’indisciplina dei padroni di casa (quindici i calci di punizione fischiati ai biancorossi) per aggiungere punti dalla piazzola con due calci piazzati che portano il Lecco oltre il break (10-18).

Cartellino giallo per Bonatti, poi ci pensa Forte, dalla piazzola, ad accorciare le distante grazie a un calcio piazzato. Pochi minuti più tardi, Bonatti viene nuovamente sanzionato da un eccesso di zelo del signor Fioravanti di Roma e così scatta il rosso. Una punizione francamente eccessiva per uno dei giocatori riconosciuti come tra i più corretti della squadra biancorossa. In virtù della loro superiorità numerica, gli ospiti sfruttano al meglio una rimessa laterale nei 22 metri piacentini, conquistano palla e infine trovano il pertugio nella difesa avversaria: meta trasformata e nuovo vantaggio oltre il break per il Lecco. Nei minuti a seguire il Piacenza moltiplica gli sforzi e al secondo minuto di recupero viene premiato con la meta di Cocchiaro, utile a guadagnare se non altro il punto di bonus difensivo.

Leonardo Piriti
Libertà 25/03/19

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.