Piacenza Rugby gran botto Thrower nuovo biancorosso

Serie B – Pronto un doppio ruolo per il fuoriclasse inglese: trascinatore della squadra e tecnico della difesa.

L’estate del Piacenza Rugby comincia con un botto destinato a seminare potenti effetti positivi lungo tutta la stagione, oltre ad alzare un’altissima onda di entusiasmo.
Edward Thrower da poche ore è il nuovo estremo del XV biancorosso. Notizia bomba, destinata a ridisegnare le prospettive in campionato di un Piacenza che, con questo ingaggio, piazza pro- babilmente il colpo più significa- tivo dell’intera serie B.

Una super carriera
Classe 1982, inglese, Thrower può vantare una carriera di quel- le di cui andare orgogliosi. Lon- don Irish, London Wasps, Sara- cens, Crociati Parma, Bedford Blues, Massy Essonne, Lyons e Cus Genova le casacche indossa- te in un percorso bello bellissimo, dove spiccano la vittoria del cam- pionato e la conquista di una He- ineken Cup, oltre a tante altre soddisfazioni raccolte qua e là tra Inghilterra, Francia e Italia.

Tre campionati nei Lyons
A Piacenza lo conosciamo e lo apprezziamo dal 2015, da quando cioè ha vestito il bianconero Lyons. Tre stagioni al Beltrametti, elevandosi spesso a protagonista assoluto. L’ultimo campionato Thrower lo ha vissuto a Genova, in serie A. Ora il ritorno a Piacenza, felicissimo di approdare di nuovo in una città che gli vuole bene.
Nel club di Daniele Boccuni avrà un doppio ruolo: estremo, leader del XV biancorosso e tecnico della difesa.

Pagani: «Ci farà crescere»
«Siamo davvero lusingati che Thrower abbia accettato la nostra proposta – spiega un raggiante Sandro Pagani, director of rugby della società e gran regista dell’operazione dell’anno – Intanto, Edward è un grande uomo di rugby, una persona da non lasciarci sfuggire nel processo di crescita che stiamo portando avanti. Per la serie B è un autentico lusso, arrivo a dire che per il torneo cadetto sia un giocatore addirittura sprecato. Fisicamente è ancora al tope, in più, ha motivazioni da vendere».
Ma c’è di più. Nella trattativa per portarlo in biancorosso, un peso importante lo ha avuto il capitolo coach.
Già, perchè Thrower ha le idee chiare e questa è una strada che intende coltivare, intrapresa da qualche tempo evidentemente con rinnovate motivazioni.
«Da noi – aggiunge Pagani – sarà anche il tecnico della difesa e curerà l’abilità individuale dei singoli giocatori della prima squadra. Il suo bagaglio tecnico e tattico sarà a disposizione del Piacenza e per noi questo rappresenta un grande onore».

Salto di qualità indubbio per un Piacenza che, con il signor Thrower in organico, si affaccia al prossimo campionato da XV di prima fascia.
Salto di qualità pure a livello ambientale, perchè quando ti confronti con totem dell’ovale come Edward, non puoi che crescere. Tanto e in fretta.

Carlo Danani
Libertà 29/06/19

Leave a Reply