L’Everest Piacenza Rugby mette Cocchiaro in mischia

 Serie B – Il tallonatore campano diventa biancorosso. Ha giocato anche nei Lyons

Si allarga la famiglia dell’Everest Piacenza Rugby. Alessio Cocchiaro, classe 1991, 180 centimetri per 100 kg, è un nuovo giocatore biancorosso. Mischia più ricca, dunque, inserendo un valido tallonatore, già sufficientemente esperto e di grandi motivazioni.

Cocchiaro si forma nel club della sua città, Santa Maria Capua Vetere, per poi passare all’Aquila, dove gioca qualche anno conquistando la promozione in Eccellenza. Veste poi il bianconero Lyons, per poi passare a Viadana. Entra come allievo nella scuola di Polizia a Cesena. Poi Piacenza e l’Everest. «Alessio – precisa Sandro Pagani, director of rugby del Piacenza Rugby e uomo del mercato biancorosso – ci darà una mano a finire la stagione nel migliore dei modi. E’ un giocatore aggressivo in difesa e preparato fisicamente, con buone doti tecniche individuali e specifiche di ruolo. Anche lui sarà un giocatore importante per la nostra rosa e, con la sua esperienza di categoria superiore, permetterà ai nostri due tallonatori di migliorare individualmente dal punto di vista tecnico».

Sarà a disposizione per la trasferta di Lumezzane Già completate le operazioni burocratiche, Cocchiaro potrebbe essere convocato per la partitissima di domenica a Lumezzane, contro l’imbattuta capolista.

A proposito del big match: «Personalmente, come credo tutti noi – aggiunge Pagani – sono molto fiducioso per questo vero e proprio esame di maturità. Se riusciremo a tenere con la mischia e ad esprimere il potenziale della linea arretrata, sono convinto che potremo tenere testa a quella che è diventata la squadra da battere.

Precisando che per noi non è la partita della vita e che questo incontro rientra in un processo di crescita complessiva che riguarda l’intera stagione. Ciò detto, è sempre stimolante preparare partite del genere. E noi ce lo siamo meritato sul campo a furia di settimane di qualità negli allenamenti ».

Carlo Danani
Libertà 16/01/18

Leave a Reply