La sosta non distrae l’Everest Piacenza battuto il Novara

Rugby B – Allo stadio Beltrametti con 4 mete la squadra di Rolleston conquista altri 5 punti. A segno Tribastone, Forte, Grandi e Cocchiaro

EVEREST PIACENZA – AMATORI NOVARA 27-22

EVEREST PIACENZA: Papamarenghi, Mazzoni (23’ st Grandi), Zampedri, Forte, Azzali (24’ Nosotti), Beghi, Trabacchi (20’ st Toscani N.), Toscani M., Milani (28’ st Tribastone), Tribastone (25’ st Cocchiaro), Bonatti (1’ st Rossi), Casali, Cò (2’ st Baccalini), Alberti (21’ st Canderle), Barzan. All: Rolleston.

MARCATURE: 6’ mt Tribastone tr Trabacchi (7-0); 8’ cp Trabacchi (10-0); 16’ mt Amatori Novara (10-5); 32’ mt Forte (15-5); secondo tempo: 3’ mt tr Amatori Novara (15-12); 14’ mt Grandi tr Trabacchi (22-12); 16’ mt Amatori Novara (22-17); 20’ mt Cocchiaro (27-17); 32’ mt Amatori Novara 27-22).

PIACENZA Nuovo successo per l’Everest Piacenza Rugby nella gara disputata con l’Amatori Novara al Beltrametti e valida come tredicesima giornata della stagione regolare nel campionato di serie B. La sosta forzata dovuta al Sei Nazioni non ha intaccato la voglia di un Piacenza desideroso di riproporsi tra le protagoniste del girone.

L’avversario di giornata non era forse fra i più irresistibili, ma comunque va dato atto all’Amatori Novara di essersi impegnato con tutte le proprie forze e fino all’ultimo istante della gara, rendendo il confronto piacevole e ricco di segnature.

La squadra di Rolleston aggiunge altri cinque punti in classifica, ma resta al quarto posto dal momento che anche le tre formazioni che precedono i biancorossi sono riuscite a guadagnare una vittoria con punto di bonus. Insomma, situazione di stallo in vetta alla classifica del girone 1. E tutto sommato, grazie ai due punti di bonus raccolti, anche l’Amatori Novara può considerarsi soddisfatto del risultato finale.

Per quanto concerne la cronaca della gara, il Piacenza passa subito in vantaggio con Tribastone al termine di un’azione innescata da una rimessa laterale giocata nei 22 metri ospiti: il flanker biancorosso conquista l’ovale, evita il placcaggio del mediano avversario e infine si tuffa in area di meta.

Trabacchi trasforma e poco dopo si esibisce di nuovo dalla piazzola su calcio piazzato, aggiungendo altri tre punti. L’Amatori Novara non rimane a guardare, ma imbastisce diverse azioni offensive con la linea di trequarti e alla fine perviene alla meta. L’allungo dei padroni di casa viene firmato da Forte, puntuale nel concretizzare una bella e veloce azione d’attacco originata dagli avanti e proseguita dai trequarti.

Il primo tempo si conclude con l’Everest Piacenza avanti per 15 – 5. Si va alla ripresa e stavolta sono gli ospiti che segnano a freddo, sfruttando una perfetta organizzazione in rolling maul all’interno dell’area piccola piacentina.

La trasformazione consente ai piemontesi di accorciare pericolosamente le distanze (15-12) e di cercare addirittura la meta del sorpasso che in effetti, poco dopo, viene quasi sfiorata. Circostanza che vede un attaccante ospite perdere palla nei pressi dell’area di meta biancorossa: Grandi recupera l’ovale e poi s’invola per tutta la lunghezza del campo, fin sotto i pali avversari.

Pronta la risposta dell’Amatori Novara, così come la reazione del Piacenza con una meta firmata da Cocchiaro che vale il punto di bonus offensivo (27-17). Sul finire, ancora una rolling maul degli ospiti viene trasformata in meta per il 27-22 conclusivo.

Leonardo Piriti
Libertà 18/02/209

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.