Domenica felice l’Everest brinda col Franciacorta

Rugby serie B – Il Piacenza gioca un ottimo primo tempo e nel secondo completa l’opera

FRANCIACORTA – EVEREST PIACENZA 22-24
EVEREST PIACENZA RUGBY: Grandi; Fuina, Barani, Franchi, Baciocchi; Thrower, Negrello (46’ Trabacchi); Marazzi, M.Alberti (52’ Canderle), Sofo; Bonatti, Casali; Barzan (52’ Cò), Baccalini, A.Alberti. A disposizione: Nosotti, Battini, Robuschi, Bilal. All. Rolleston, Berzieri.

MARCATORI: 7’ meta Baccalini tr Thrower (0-7); 12’ meta Marazzi tr Thrower (0-14); 22’ cp Franciacorta (3- 14); 28’ cp Franciacorta (6-14); 37’ mt Marazzi tr Thrower (6-21); 40’ cp Franciacorta (9-21); 43’ cp Franciacorta (12-21); 57’ cp Thrower (12-24); 63’ meta Franciacorta (17-24); 67’ meta Franciacorta (22-24).

OSPITALETTO BRESCIA – Terza vittoria consecutiva per l’Everest Piacenza Rugby, che supera anche il Franciacorta al termine di una partita vivace e ben giocata da entrambe le for- mazioni.
Parte meglio il XV di Rolleston e Berzieri, che al 12’ conduce già 14-0 grazie alle mete di Baccali- ni e Marazzi, entrambe trasfor- mate da Thrower.

I padroni di casa tentano una re- azione, ma riescono a muovere il punteggio soltanto su calcio piazzato.
In chiusura di tempo l’Everest cala il tris, timbrando ancora col preciso Marazzi. I bresciani ac- corciano ancora dalla piazzola, ma la salita per loro è davvero complicata: 21-9.

Nella ripresa il Franciacorta au- menta il ritmo e questo gli per- mette di accorciare le distanze in maniera sensibile, trovando ben due mete nel fazzoletto di 5 mi- nuti, senza però trasformazioni che avrebbero permesso aggan- cio e sorpasso.
Il Piacenza soffre, sa incremen- tare il punteggio soltanto con un calcio piazzato di Thrower. Il re- sto è attenzione massima, a di- fesa di un margine ridotto a due soli punti: 24-22.
«Siamo stati bravi – commenta Sandro Pagani, director of rugby del Piacenza Rugby – a mostrare carattere e a portare a casa una vittoria meritatissima quando nel finale i nostri avversari si so- no portati a soli 2 punti da noi.

Siamo contenti per la vittoria e per il gioco espresso, ma avrem- mo voluto la quarta meta, che ci avrebbe dato i 5 punti, comun- que bene così perché abbiamo difeso bene le loro ultime azioni d’attacco».

Libertà 20/01/20

Leave a Reply