Il Piacenza Rugby in marcia tra novità e una scarica di entusiasmo

Il vento del rinnovamento sulla società presieduta da Boccuni: la presentazione alla Vittorino

Il Piacenza Rugby si regala un battesimo adrenalinico: la nuova stagione salpa col pieno di entusiasmo alla Vittorino da Feltre, dove va in scena la serata che apre ufficialmente mischie e touche. Daniele Boccuni, in sella da un centinaio di giorni, doverosamente soffia sotto al fuoco dell’euforia che scandisce l’alba di questo nuovo corso: «Vogliamo sviluppare al massimo il senso di appartenenza al Piacenza Rugby. Notare in sala volti che non vedevo da anni vicino alla bandiera del club mi fa immenso piacere – commenta il presidente – Questo ci dà tanta forza».

Andrea Amorini conduce una conferenza stampa snella e ritmata, dove emergono i principali significati di quel che sta arrivando sul pianeta biancorosso. «Abbiamo allestito – commenta Boccuni – una squadra competitiva, non abbiamo particolari obiettivi di classifica. Ci interessa crescere e costruire a medio e a lungo termine».

Elvira Mazzoni nominata presidente onorario
E poi il momento più toccante della serata. Il riconoscimento ad Elvira Fanelli Mazzoni, a cui Boccuni consegna una targa, nominandola presidente onorario del sodalizio. «La signora Elvira – spiega Boccuni davanti alla platea attenta – da oltre trent’anni è al fianco della squadra, sostenendola in maniera incondizionata, sempre e comunque. Merita tutta la nostra riconoscenza».
Commossa, la signora Fanelli: «Boccuni è arrivato al Piacenza Rugby quando aveva 11 anni, ha questi colori nel cuore». Una targa anche per Daniele Margarita, presidente uscente nominato socio onorario del club. Scorrono gli interventi dei vari dirigenti e tecnici, assicurando il massimo impegno verso il settore giovanile e il minirugby: soprattutto su questi tavoli ci si gioca il futuro e tutti, chi più chi meno, dimostrano di esserne davvero convinti. Boccuni, dopo quella con Mauro Bergamasco e il Petrarca Padova, annuncia poi la collaborazione con i Wolverines, società cittadina di football americano. «Si verranno ad allenare nel nostro centro a Le Mose. Nasce un gemellaggio che ci fa molto piacere. Ci sarà anche la possibilità di effettuare allenamenti congiunti ».

Cambia lo sponsor: sulle maglie ci sarà Everest
«Accordo annuale – specifica Boccuni – con lo sponsor che darà il nome alla nostra prima squadra: d’ora in poi ci chiameremo Everest Piacenza Rugby. Per questo, ci teniamo a ringraziare Sandro Cighetti. Al nostro fianco, comunque, rimane ancora il preziosissimo Dodi». Domani scatta la settimana che porterà al debutto in campionato, domenica allo stadio Beltrametti contro l’Amatori Genova. Boccuni allarga comunque il discorso: «Ci siamo posti vari obiettivi, un po’ da sognatori. A noi piace così».

Carlo Danani
Liberta 07/10/18