Italia Chef, anche l’ultima è amara

Rugby B – A Sondrio il Piacenza conclude con una sconfitta una stagione da dimenticare

SONDRIO – ITALIA CHEF PIACENZA 25-15
ITALIA CHEF PIACENZA: Toscani N., Papamarenghi (35’ st Piemontese), Grandi (38’ st Baccalini), Milani (10’ st Fermi), Nosotti (35’ st Castruccio), Zampedri, Trabacchi, Alberti M., Vincic, Forestelli, Battini (10’ st Salvatori), Casali, Barzan (2’ st Baccalini), Berzieri, Alberti A. (27’ st Barzan). A disp: Sartori. All: Pagani, Toscani D.

MARCATURE: 3’ mt Papamarenghi (0- 5); 9’ mt Nosotti tr Trabacchi (0-12); 14’ mt Sondrio (5-12); 20’ mt tr Sondrio (12- 12); 40’ cp Trabacchi (12-15); secondo tempo: 1’ mt Sondrio (17-15); 25’ mt Sondrio (22-15); 33’ cp Sondrio (25-15).

L’ItaliaChef Piacenza conclude a Sondrio la propria stagione regolare.
L’ultima partita di Berzieri
Così come Fabio «Hogan” Berzieri la propria carriera di giocatore nel Piacenza: oltre 300 le presenze in biancorosso del pilone piacentino. Nell’ultima sfida di campionato, Sondrio e Piacenza onorano l’impegno nonostante i giochi fossero già fatti per entrambi: settimo posto per i piacentini, nono per i lombardi. Dunque, è partita vera ed i bian- corossi fanno subito sul serio, attaccando a più riprese la metà campo avversaria. Ed in una delle primissime azioni degli ospiti, Casali libera all’ala Papamarenghi per il tuffo vincente. Trascorre una manciata di minuti e il Piacenza colpisce di nuovo: Grandi intercetta l’ovale a metà campo e lo calcia in profondità trasformandolo in un perfetto assist per Nosotti. Tutto sembra procedere per il meglio, e invece anche il Sondrio mette a segno un uno – due che rimescola le carte, portando il parziale in perfetta parità (12-12). Il piazzato di Trabacchi, allo scadere, vale il nuovo vantaggio bian- corosso. Inizia la ripresa e il Sondrio passa di nuovo, per replicare poco dopo, anche sfruttando la superiorità numerica (rosso a Forestelli). Il piazzato dei padroni di casa, infine, toglie al Piacenza la soddisfazione di prendere almeno il punto di bonus difensivo.
«Tra difficoltà e dignità»
«Si conclude una stagione tribolata – commenta coach Pagani – con tante difficoltà, che tuttavia abbiamo sempre affrontato con grande dignità. I risultati sono mancati, però resta l’orgoglio di aver lottato alla pari contro tutti. E’ stata l’ultima partita di Berzieri, una bandiera del Piacenza e con il quale ho condiviso sei anni fantastici».

 

Quotidiano Libertà 13/05/2017
Leonardo Piriti