Il Ducato di Rolleston conquista lo scudetto

Rugby a 13 – La franchigia, composta in gran parte da giocatori piacentini, ha sconfitto in finale gli Spartans Catania

XIII DEL DUCATO – SPARTANS CATANIA 34-20
XIII DEL DUCATO: Ziliotti, Bara, Passera, Compaore, Bucellari, Barzan, Luccardi, Berzieri, Cazzarini, Dodi, Baccalini, Battini, Calcagno, Bondioli, Azzali, Manga, Santarelli, Iollo, Robuschi, Visentin; All. Rolleston.
SPARTANS CATANIA: Arrigo, Virzi, Calamaro, Arena, Murabito, Giammario, DI Prima, Mistretta, Nicosia, D’ALeo, Achraf, Lucignano, Di Trapani, Cacopardo, Mendosa, Crocerca, Sciacca, Calabria, Di Sano; All. Pezzano.
Marcatori: 11’ mt Berzieri tr Bucellari (6–0); 22 mt Giammario (6–4); 26 mt Calamaro tr Arrigo (6–10); 33 mt Bara (10–10); secondo tempo: 2 mt D’Aleo tr Arrigo (10–16); 6 mt tr Bucellari (16–16); 13 mt Passera tr Bucellari (22–16); 29 mt Virzi (22–20); 31 mt Bara tr Bucellari (28–20); 39 mt Manga tr Bucellari (34–20)

Il XIII del Ducato si conferma la squadra campione d’Italia anche per la stagione 2017- 2018. La “franchigia” ducale, composta per la maggior parte da giocatori piacentini sotto la guida di Kelly Rolleston, neozelandese di nascita ma ormai piacentino d’adozione, si è nuovamente aggiudicata lo scudetto nel campionato italiano di Rugby League a 13 giocatori, battendo in finale, a Ospitaletto (Brescia), gli avversari catanesi dello Spartans. Rispetto alle scorse edizioni, questa finale è risultata molto più avvincente ed equilibrata sul piano tecnico e tattico, tanto da risolversi nei minuti conclusivi del match. Esperienza Inizialmente lo Spartans Catania subisce l’esperienza del XIII del Ducato, ma col trascorrere dei minuti l’andamento dell’incontro si porta in equilibrio. I catanesi addirittura ribaltano il risultato ma i piacentini lo riportano in parità alla fine del primo tempo (10-10). Pronta reazione Nella ripresa gli Spartans passano nuovamente in vantaggio ma i ragazzi di Rolleston rispondono con la marcatura di due mete, firmate da Bucellari e Passera (22-16). I catanesi non mollano (22-20) tuttavia negli ultimi dieci minuti il XIII del Ducato moltiplica gli sforzi e aggiunge altre due mete che valgono la vittoria finale e lo scudetto. Ottimi Bucellari e Bara Da segnalare la prestazione di Bucellari, autore di una meta e di cinque trasformazioni, e la doppietta di Bara.

Leonardo Piriti
Libertà 08/03/18

Leave a Reply