Brava Italia Chef, ma il Monferrato ha una marcia in più

ITALIA CHEF PIACENZA – MONFERRATO 26-40

ITALIA CHEF PIACENZA: Toscani N., Nosotti, Brandi, Sartori, Papamarenghi (34’ st Fuina), Zampedri, Trabacchi, Busato (16’ st Baccalini), Vincic, Forestelli (10’ st Illari), Battini (1’ st Canderle), Casali, Barzan, Berzieri, Alberti A. (6’ st Alberti M.). A disp: Piemontese, Castruccio.
All: Pagani, Toscani D.
MARCATURE: 1’ mt Grandi tr Trabacchi (7-0); 6’ mt Monferrato (7-5); 14’ mt Busato tr Trabacchi (14-5); 26’ mt tr Monferrato (14-12); 30’ mt Monferrato (14-17); 38’ mt Monferrato (14-22); secondo tempo: 4’ cp Monferrato (14- 25); 17’ cp Monferrato (14-28); 20’ mt Berzieri tr Trabacchi (21-28); 25’ mt tr Monferrato (21-35); 34’ mt Vincic (26- 35); 44’ mt Monferrato (26-40).

Nonostante il risultato finale, l’Italia Chef Piacenza fa tremare i polsi al Monferrato, una delle quattro candidate alla promozione nel girone 1 di serie B. La squadra biancorossa fa del proprio meglio e fino al 25’ riesce addirittura a mantenersi in vantaggio grazie alla meta in apertura di Grandi e alla meta di Busato, al quarto d’ora. Il Monferrato accusa il colpo e tenta di correre ai ripari, ma riesce solamente a marcare una meta. La svolta cade al 25’, quando Zampedri si fa ammonire e lascia i compagni in 14. Durante la sua assenza, ma anche approfittando di parecchi errori commessi dai piacentini, i piemontesi segnano due mete, ed un’altra ancora poco prima della chiusura del primo tempo: punto di bonus raggiunto. Nella ripresa il Monferrato allunga il tabellino con due piazzati, dimostrando di temere il ritorno degli ospiti che, in effetti, si rifanno sotto grazie alle mete di Berzieri e Vincic: punto di bonus anche per il Piacenza. L’ultimo affondo sarà ancora del Monferrato, in extra time. A fine gara i giocatori biancorossi escono fra gli applausi del pubblico: contro il Monferrato ben poche squadre sono riuscite a marcare quattro mete e questo rappresenta un ulteriore rammarico per la squadra di Sandro Pagani: bella ma talvolta imperfetta.

Leonardo Piriti
Quotidiano Libertà del 09/04/2018

 

Grazie ad Amarcord foto e video per le bellissime fotografie!